Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il Governatore del Veneto Luca Zaia ha firmato l'ordinanza n. 130 che proroga lo stato di crisi idrica su tutto il territorio Veneto già espresso nell'ordinanza n. 67 e n. 84 e n. 113. Il provvedimento è valido fino al 15 Agosto, anche se «potrà subire modifiche in relazione all'andamento meteorologico». Come noto, e come ribadisce la Regione, la situazione è di «grave insufficienza nei bacini idrici dei corsi d'acqua, con ripercussioni negative sui livelli delle falde sotterranee e sugli approvvigionamenti idropotabili».
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Pozzi e fontane. Per i pozzi artesiani «dovranno essere installati dispositivi di regolazione per impedire l'erogazione d'acqua a getto continuo, limitandola ai soli periodi di effettivo utilizzo». Dovranno anzi essere chiusi entro il 30 giugno quelli «destinati all'utilizzo ornamentale» per le fontane. Rinviate dall'ordinanza anche tutte le operazioni di manutenzione degli acquedotti «fatte salve quelle necessarie per motivi di igiene pubblica». 
 
 
Stop lavaggi e innaffiamenti. Scatta inoltre il divieto di lavaggio di automezzi, al di fuori degli impianti autorizzati, e di irrigazione del verde pubblico e privato (la vigilanza spetta ai Comuni). Qui il testo dell'ordinanza. 
Tag(s) : #Cronaca vicentina

Condividi post

Repost 0