Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Ovvero: come twitter aiuta il cambiamento della nostra piattaforma di blogging2387915131_def4355468.jpg

Sta tutto nel simbolo del cancelletto. In inglese il suo nome è hashtag e il relativo simbolo grafico è questo: #.

Ma cosa significa?

 

 4306185702_4e3b63c6e2.jpg

 

  

 Provo a partire dall'inizio perché, per una migrante informatica come me, è stato piuttosto difficile capire il senso di questa terminologia. Aver studiato contabilità, inoltre, mi ha creato ancora più confusione. In partita doppia, infatti, il simbolo del #cancelletto# significa diversi ed è il termine usato nelle registrazioni contabili; gli importi di dare e avere devono corrispondere, si deve cioè contrapporre a un conto in dare il corrispettivo in avere. Se incasso 102 euro, il nome dell'operazione sarà: cassa a clienti e la cifra di 102 euro sarà uguale in dare e in avere. Ma se faccio uno sconto di 2 euro, il nome dell'operazione diventerà: cassa a # (diversi), perché in avere i conti saranno due: il conto clienti e il conto abbuoni (in dare ci saranno sempre 102 euro, in avere, nel conto clienti 100 euro e nel conto abbuoni 2 euro).

Diventa molto chiaro quindi, che questo significato del simbolo  non c'entra proprio nulla con l'hashtag#cancelletto.

 

Vediamo ora cosa significa hashtag. In internet ci spiegano che il cancelletto si usa su twitter, per delimitare e trovare facilmente argomenti di discussione. Il termine hash significa: guazzabuglio, pasticcio, accozzaglia; nel linguaggio informatico invece ci si riferisce a una funzione matematica in grado di produrre sequenze di caratteri dalla lunghezza standard; questa operazione si può fare partendo da qualsiasi file. Il tag invece è una parola chiave.

6080268246_40279ef4d6.jpg

Ora si capisce anche il simbolo del cancelletto: esso infatti ci permette, sia di accedere a informazioni definite, sia di chiudere fuori quelle che non ci interessano.

Per esempio, se qualcuno desidera inviare il proprio pensiero al presidente del consiglio Mario Monti scriverà #lodicoamonti e avrà un risultato simile a quello che si vede più sotto.

 

lodicoamonti.jpg

 

 

Ed eccomi finalmente arrivata a chiarire il senso del titolo.  OverBlog, la piattaforma che ospita anche i miei due blog, sta organizzando il proprio futuro. In questo articolo del community manager Fabrizio Rinaldi, è spiegato in modo molto chiaro quello che si sta facendo. Si tratta di un brainstorming (in italiano: tempesta di idee, o di cervelli: quando i creativi buttano lì le idee più pazze una sull'altra per avere molto materiale su cui lavorare in seguito). Attraverso l'hashtag #futureofblogging, i bloggers che lo desiderano, possono inviare le proprie proposte migliorative tramite twitter, e leggere quelle che sono già pervenute. 

 

Per quanto mi riguarda vorrei:

- poter scegliere la pubblicità o eliminare quella che non è attinente ai temi trattati nel mio blog;

- i video ebuzzing caricati direttamente con possibilità di togliere quelli che non desidero;

- un blog semplice e funzionale, facile da caricare;

- una piattaforma che tenga presente le esigenze di chi - blogger o utente -  ha problemi di accesso legati a qualche forma di disabilità, per esempio gli ipovedenti. Quindi particolare attenzione ai colori;

- Possibilità di pubblicare nel blog e nei social network contemporaneamente;

- La presenza di etichette con cui contrassegnare i propri post.

E voi cosa vorreste dalla vostra piattaforma? Inviate le vostre idee su twitter tramite l'hashtag: #futureofblogging.

Buon brainstorming!

Tag(s) : #Internet

Condividi post

Repost 0